23enne arianese suicida a Cervinia. Lavorava in una pizzeria per arrotondare e pagarsi gli studi.

Un giovane di Ariano Irpino si è tolto la vita a Cervinia dove lavorava in una pizzeria insieme al fratello più grande. R.G. soli 23 anni, studente universitario, figlio di ristoratori, viveva in contrada Trave ma si era recato nella località sciistica per mettere da parte un gruzzoletto e contribuire a pagarsi le spese dell’università. Si è impiccato proprio all’interno della struttura presso cui lavorava. Forse una forma di depressione, acutizzata dalla lontananza da casa, alla base del tragico gesto. La città è sgomenta per la perdita di un altro suo figlio.

(Monica De Benedetto)

16.2.2017