Ad Atripalda furto di acqua: due 50enni denunciati dai carabinieri. In casa non avevano neanche il contatore. Rilevavano direttamente dalla cassetta in strada.

L’Acqua un bene sempre più prezioso e raro tanto da essere rubato. I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno deferito all’Autorità Giudiziaria una coppia di 50enni perché ritenuti responsabili di furto d’acqua. L’intervento degli uomini dell’Arma è scattato dopo di una meticolosa e laboriosa attività informativa. A seguito di controllo presso l’abitazione della coppia hanno riscontrato che era priva del contatore dell’acqua. A specifica richiesta i proprietari non sono stati in grado di esibire bollette o altra documentazione sulla fornitura idrica. Dai successivi accertamenti, infatti, è emerso che l’acqua era fornita mediante l’allaccio abusivo di un tubo alla cassetta di derivazione presente sulla strada.

(Monica De Benedetto)

26.1.2017