Ad Ospedaletto profanate oltre 90 tombe in una notte. Rubati portafiori e lettere d’iscrizione dei nomi dei defunti. Per Saggese: “gesto vile”.

Oltre 90 tombe derubate dei portafiori e delle lettere che compongono i nomi dei defunti nel cimitero di Ospedaletto d’Alpinolo. Una profanazione che ha indignato la comunità, in primis il sindaco Antonio Saggese che definisce l’episodio “un atto vile”. Probabilmente si è trattato di un furto mirato a fare razzia di rame ed altri metalli di valore. In passato è già accaduto in altri cimiteri della Provincia.

(Monica De Benedetto)

16.2.2017