Avella. Inscena una truffa per non pagare le rate dello smartphone: pregiudicato denunciato dai carabinieri per simulazione di reato.

Denuncia una falsa truffa per non pagare le rate per l’acquisto di un costoso telefonino. I Carabinieri della Stazione di Avella hanno deferito all’Autorità Giudiziaria un 43enne per simulazione di reato. L’uomo, già gravato da precedenti di polizia, aveva denunciato presso la Stazione Carabinieri di Avella, di essere stato vittima di una truffa ad opera di ignoti che, avevano clonato la sua carta di credito per l’acquisto di un noto smartphone di ultima generazione. Nello sviluppo delle indagini però sono emersi elementi sufficienti ad instillare il dubbio circa la veridicità dei fatti. I militari sono quindi riusciti ad appurare che era stato lo stesso pregiudicato ad acquistare nel 2015 il telefono, stipulando un contratto che prevedeva il pagamento rateizzato, hanno tracciato le diverse operazioni effettuate con quella carta di credito e scoperto l’inganno. Il 43enne aveva cercato di recuperare la somma versata nel tempo, denunciando una truffa in realtà mai avvenuta.

(Monica De Benedetto)

5.10.2016