Centinaia di insegnanti irpini hanno preso servizio questa mattina nelle scuole del Nord Italia. Una migrazione coatta dettata dalla riforma della “Buona scuola”.

Presa di servizio dei docenti nelle scuole di tutta Italia questa mattina. Per molti irpini non è stata una giornata semplice in quanto costretti ad emigrare al Nord lasciando famiglie e problemi in sospeso. Una sorta di trasferimento coatto dovuto alla riforma della “Buona scuola”. Una grande opportunità per tanti insegnati precari ma anche una forma di ricatto poiché non accettando la mobilità si restava completamente fuori. Per la dirigente Teresina Meninno gli insegnanti irpini si faranno valere al Nord.

Tutti i dettagli nel servizio di Monica de Benedetto. Accedi alla sezione Approfondimenti per scoprire di più.

1.9.2016