Cinque arresti per spaccio di droga nell’operazione “Toothache”. Tra Gesualdo e Villamaina un intero nucleo familiare forniva marijuana a tutti a paesi limitrofi.

I Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano guidati dal Capitano Leonardo Màdaro hanno arrestato questa mattina cinque persone, tra le quali anche una donna, appartenenti allo stesso nucleo familiare per associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti in esecuzione di un’ordinanza emessa dal GIP presso il Tribunale di Napoli. L’operazione “Toothache” (mal di denti) in una contrada rurale tra i comuni di Gesualdo e Villamaina. Padre e figli nella loro casa avevano messo in piedi un vero e proprio market della droga aperto agli assuntori anche giovanissimi della zona e a quelli provenienti da numerosi comuni dell’Alta Irpinia e della Valle del Calore. Si stima che in due anni siano state vendute in quella abitazione duemila e cinquecento dosi di marijuana. Solito metodo di spaccio con messaggi, avvisi e richieste anche per telefono utilizzando nomi in codice per poi ritirare direttamente la merce. Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, si sono basate principalmente su attività di intercettazione telefonica, pedinamenti, appostamenti.

(Monica De Benedetto)

23.11.2016