Concussione, l’ex sindaco Corcione resta in carcere. Il Riesame rigetta la richiesta dell’ avvocato. Liberi invece i dipendenti comunali coinvolti, compreso il comandante dei vigili urbani.

Resta in carcere l’ex sindaco di Pago Vallo Lauro, Giuseppe Corcione, coinvolto nell’inchiesta sui presunti rapporti tra camorra e pubblica amministrazione. Il Riesame ha rigettato la richiesta dell’avvocato difensore di concedere i domiciliari all’ex primo cittadino. L’accusa è tentata concussione aggravata dall’articolo sette. Revocata la misura cautelare ai domiciliari ai due fratelli Antonio e Luigi Scafuro entrambi dipendenti tecnici comunali. Libero anche il Comandante dei vigili urbani e Carmine Bossone. Stessi provvedimenti revocati anche per Antonio Rega, tecnico convenzionato del comune e Raffaele Scibelli coinvolto in una vicenda taglio boschivo.

(Monica De Benedetto)

22.12.2016