Dopo le lenzuola bianche di Avellino anche Sant’Angelo a Scala protesta per l’arrivo dei migranti. 32 sono troppi per 300 abitanti.

Ancora comunità che dicono no all’arrivo dei migranti. Dopo la singolare protesta delle lenzuola bianche esposte dai balconi di Corso Umberto I ad Avellino per l’arrivo imminente di oltre 80 immigrati nel convento delle suore Stimmatine, anche Sant’Angelo a Scala protesta. La comunità però non ci sta ad essere definita razzista. Il vice-sindaco Paolo Ciriello afferma: “Siamo 700 residenti, ma poco più di 400 abitanti effettivi. L’arrivo di 32 immigrati sarebbe un’invasione. Non è questo il modo di fare integrazione”.

(Monica De Benedetto)

8.2.2017