Falsa la notizia della rapina a mano armata a San Martino Valle Caudina. In realtà l’uomo aveva perso il denaro al gioco ma i carabinieri hanno scoperto la messinscena.

Rapidissima attività di indagine dei Carabinieri della Compagnia di Avellino che in poche ore hanno scoperto la messinscena di un 50enne il quale aveva cercato di giustificare l’ammanco di alcune centinaia di euro perse al gioco, fingendosi vittima di una rapina. Della notizia vi abbiamo dato conto nel corso di nostri Rg. L’uomo, commerciante originario del napoletano, ha denunciato presso la Caserma di San Martino Valle Caudina di esser stato bloccato, mentre percorreva in auto la Statale, da una BMW di colore nero il cui passeggero, armato di pistola, lo aveva rapinavo della somma contante di 250 euro. I Carabinieri hanno subito avviato le indagini, tuttavia, nello sviluppo dell’attività, condotta passando al setaccio i filmati acquisiti da numerosi impianti di videosorveglianza del Comune e di alcuni esercizi commerciali, hanno rilevato incongruenze nei fatti raccontati. Riconvocato presso gli uffici del Comando Stazione l’uomo ha dovuto ammettere di aver inscenato la rapina per nascondere a diversi creditori l’indisponibilità del denaro, perso al gioco. Il commerciante è stato denunciato in stato di libertà.

(Monica De Benedetto)

11.11.2016