Individuati i presunti autori del raid contro l’auto del Verona. Partono le denunce. Gli Ultras collaborano.

Sarebbe stato individuato il responsabile del lancio di un oggetto contro l’auto a bordo della quale i dirigenti dell’Hellas Verona stavano raggiungendo lo stadio “Partenio-Lombardi”. Importanti le testimonianze degli ultras che hanno collaborato con la Digos di Avellino. In 10 insieme al leader della curva Franco Iannuzzi hanno raccontato la loro versione dei fatti spiegando quanto accaduto all’incrocio tra via De Gasperi e contrada Amoretta. I presunti aggressori rischiano una denuncia, non un fermo di polizia, essendo passata la flagranza di reato. Oggi intanto la Digos porterà in procura l’informativa che determinerà l’apertura di un fascicolo. Per la polizia un atto che deve essere punito, per i tifosi l’epilogo di un’azione a protezione della vettura.

(Monica De Benedetto)

14.2.2017