Interrogazione al Mise del deputato Angelo D’Agostino sui disservizi di Poste Italiane: “I tagli si ripercuotono sulle fasce più deboli della popolazione”.

I tagli ai servizi di Poste Italiane Spa e i disagi a carico degli utenti arrivano in Parlamento grazie ad un’interrogazione al Ministero dello Sviluppo Economico del deputato e vice presidente nazionale di Scelta Civica, Angelo D’Agostino. “La riorganizzazione aziendale di Poste Italiane si sta traducendo in una riduzione dei servizi erogati che rischia di ripercuotersi sulle fasce più deboli della popolazione. La diminuzione del personale, la riduzione degli orari di assistenza alla clientela, la chiusura di sportelli e la consegna della corrispondenza non più continuata, ma spesso a singhiozzo, penalizzano gli anziani, e tutti coloro che, per varie ragioni, non hanno la possibilità di muoversi dalla propria abitazione. Auspico che il Mise intervenga per invertire la rotta”, afferma tra le altre cose D’Agostino. Ricordiamo che vi sono contrade di Ariano Irpino che non ricevono la corrispondenza per settimane e nei giorni scorsi vi abbiamo raccontato di disservizi anche a Mirabella Eclano, Monteforte e in molti altri comuni irpini.

(Monica De Benedetto)

30.11.2016