L’attualità del pensiero di Mancini, insigne giurista nato a Castel Baronia, in un convegno a Roma a Palazzo Spada in occasione del bicentenario della nascita.

Questa mattina a Roma importante convegno sulla figura del Mancini, uomo di stato che ebbe i suoi natali a Castel Baronia. Il 17 marzo ricorre il bicentenario della nascita. “Attualità della figura di Pasquale Stanislao Mancini, il Ministro degli esteri, l’avvocato, l’insigne giurista. Un intellettuale del sud ai tempi dell’Unità d’Italia”, questo il titolo del convegno sotto l’egida del Consiglio di Stato. Dall’Irpinia è giunta a Palazzo Spada una ricca rappresentativa di amministratori e cittadini. Di spessore il parterre di politici ed intellettuali intervenuti. Dopo i saluti del Presidente del Consiglio di Stato Alessandro Pajno, del vice Presidente, Filippo Patroni Griffi, del sindaco di Castel Baronia, Felice Martone e del Presidente del Comitato, Giuseppe Gargani, le relazioni di Guido Pescosolido dell’Università La Sapienza, di Franco Frattini, Presidente della Sezione del Consiglio di Stato, Franco Gaetano Scoca professore emerito de La Sapienza, di Ortensio Zecchino, dell’Università Suor Orsola Benincasa. Infine le conclusioni di Alberto Romano, Professore Emerito de La Sapienza.

(Monica De Benedetto)

WhatsApp-Image-2017-01-11-at-14.22.55

6.2.2017