L’ex Batavia, adibito a centro d’accoglienza, non a norma. Sigilli da parte della polizia ed ordinanza di sgombero del sindaco di Ariano per motivi igienico sanitari.

66 migranti ospitati in una struttura non adeguata alle norme igienico sanitarie e a quelle antincendio. La Polizia appone i sigilli e il sindaco di Ariano Domenico Gambacorta emette ordinanza di sgombero per l’ex pub Batavia in via Cerreto adibito da poco a centro di accoglienza per i migranti. Questo dopo il sopralluogo congiunto da parte di Asl, Vigili del Fuoco, Ufficio Tecnico Comunale e Polizia Municipale sollecitato dal locale Commissariato di Polizia sotto la direzione del Vice Questore Maria Felicia Salerno, proprio per verificare gli aspetti connessi a agibilità, sicurezza, sovraffollamento, condizioni igienico sanitarie, salubrità degli ambienti, sicurezza degli alloggiati e del personale operante. Al termine delle verifiche l’immobile è risultato carente e al gestore, Ciriaco Petrilli, è stato intimato, ad horas, lo sgombero della struttura. Al momento dei controlli presso il centro vi erano sono 4 migranti, gli altri si erano recati alla Moschea di Napoli.

(Monica De Benedetto)

13.9.2016