Marco Pugliese prosciolto da ogni accusa in merito ai rimborsi di fatture per prestazioni fisioterapiche. “Giustizia è fatta” è il commento dell’ex deputato.

Si è conclusa l’indagine giudiziaria portata avanti dal Pubblico ministero Henry John Woodcock dall’ottobre del 2013 che, attraverso un avviso di garanzia, sosteneva l’accusa per l’ex parlamentare Marco Pugliese di “falso e truffa” in merito al rimborso presso la struttura sanitaria della Camera dei Deputati di alcune fatture per prestazioni fisioterapiche mai effettuate in una struttura sanitaria nel napoletano.
Il G.U.P del Tribunale di Napoli in fase di udienza preliminare, ha ritenuto le accuse inconsistenti e quindi con una sentenza di proscioglimento ha dichiarato che il fatto non sussiste. Il Pm nel Luglio 2016 aveva anche chiesto ed ottenuto alla Camera dei Deputati , senza alcuna opposizione da parte dell’on. Pugliese, l’autorizzazione ad usare il tabulato telefonico per le intercettazioni legate all’indagine. “Finalmente la vicenda si è conclusa – dichiara Marco Pugliese – Giustizia è stata fatta”.

(Monica De Benedetto)

16.1.2017