Migranti ad Ariano. Revocate due delle tre ordinanze di sgombero dei centri d’accoglienza. In ogni caso ridotto il numero di ospiti.

Parzialmente revocate le ordinanze di sgombero del Sindaco di Ariano Irpino, Domenico Gambacorta, riguardanti alcuni centri d’accoglienza, mirate a far rispettare le norme igienico sanitarie, quelle di sicurezza e gli accordi con la Prefettura sul numero di immigrati ospitati sul Tricolle. I proprietari hanno presentato documentazione aggiuntiva tale da far rivedere i provvedimenti ed indicare solo una piccola riduzione del numero di persone accolte. Per quanto riguarda la struttura in contrada Accoli dove sono ospitati 15 migranti, sembra che la proprietà da agriturismo abbia effettuato un cambio di destinazione d’uso ad affittacamere dunque può accogliere fino a 12 persone. Per la struttura in contrada Camporeale, che stava ospitando 26 profughi trasferiti da Sant’Angelo, dopo l’integrazione della documentazione necessaria, le prescrizioni sono rimaste esclusivamente per i locali mansardati, mentre il resto della struttura può ospitare fino a 24 persone. Infine per la struttura ex “Le Cupole” nella zona di Cardito l’ordinanza già prevedeva solo una riduzione del numero di ospiti.

(Monica De Benedetto)

18.10.2016