Montemiletto. Furto al ponte ripetitore: i carabinieri chiudono il cerchio delle indagini e denunciano il terzo complice.

Dopo l’arresto e la denuncia di due persone ritenute responsabili del reato di furto aggravato di accumulatori all’interno della cabina del ripetitore di un noto gestore di telefonia mobile, commesso a Montemiletto all’inizio del mese, le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano sono continuate ininterrottamente. Oltre al recupero dell’intera refurtiva, i militari sono risaliti all’identità di un terzo complice: un pregiudicato 30enne della provincia di Napoli che è stato deferito in stato di libertà. Tra l’altro quello stesso ripetitore solo una settimana prima era già stato preso di mira dai ladri: grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri, però, il furto era stato sventato ed un 60enne, sorpreso mentre tentava di portare via i costosi accumulatori di energia elettrica, era stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

(Monica De Benedetto)

10.2.2017