Non si rassegna alla fine della storia con la ex: la perseguita, la ingiuria, la molesta telefonicamente e fa incursione in casa. Operaio 45 enne della Valle del Calore arrestato dai Carabinieri.

Pedinamenti, incursioni in casa e molestie telefoniche, questa è l’odiosa sequela di azioni attraverso cui, un uomo accecato dalla gelosia, stava perseguitando l’ex compagna. I Carabinieri del Nucleo Investigativo, coadiuvati dai colleghi della Compagnia di Mirabella Eclano, in esecuzione di provvedimento emesso dall’Ufficio GIP del Tribunale di Avellino, hanno tratto in arresto un operaio 45enne di un piccolo borgo della valle del Calore.L’uomo non accettando l’idea della fine del rapporto, si è reso responsabile di svariati atti persecutori nei confronti della donna, ingiuriandola e minacciandola, costringendola a cambiare le proprie abitudini di vita. La donna, residente ad Avellino, disperata e sfiancata dal clima di paura in cui era costretta a vivere, ha rivolto una disperata richiesta di aiuto ai Carabinieri che hanno immediatamente avviato le indagini da cui è scaturito il provvedimento a carico dell’ex compagno.

(Monica De Benedetto)

21.10.2016