Raffaele Ciriello, 51 anni, avellinese, ucciso dal figlio di 18 anni. Il delitto d’impeto a Lucignano, in provincia di Arezzo.

Si tratterebbe di un delitto d’impeto quello avvenuto a Lucignano in Provincia di Arezzo: il figlio 18enne dopo un litigio uccide a colpi di fucile il padre, un 51enne di Avellino. Raffaele Ciriello, fabbro, da molti anni ormai si era trasferito in Toscana ma la notizia ha comunque sconvolto il capoluogo Irpino. Padre e figlio non vivevano insieme. Il ragazzo abitava con la madre nel vicino paese di Monte San Savino. L’arma utilizzata dal 18enne era proprio di Raffaele Ciriello, appassionato di caccia. Un fucile calibro dodici. Dopo il delitto il ragazzo ha telefonato ai carabinieri dichiarando di aver ucciso il padre.

(Monica De Benedetto)

27.2.2017