Saltano gli interventi chirurgici all’ospedale di Ariano: il sangue raccolto al Frangipane resta al Moscati. Le associazioni scrivono alla Morgante.

All’ospedale Frangipane di Ariano saltano gli interventi chirurgici per carenza di sangue. Come previsto la soppressione del Centro Immuno – Trasfusionale oltre a perdite economiche sta provocando disservizi gravissimi per i pazienti. Cittadinanzattiva, Tribunale diritti del Malato, DoVos e AMDOS scrivono al Direttore Generale dell’ASL, Maria Morgante, per sollecitare i lavori promessi, e mai iniziati, necessari per abilitare almeno il servizio di Medicina Trasfusionale. “E’ inaccettabile – sottolineano – che, dopo specifiche donazioni da parte di parenti e volontari, i pazienti siano costretti a subire il rinvio degli interventi programmati perchè il SIT del Moscati, ci rifiuta il sangue adducendo come giustificazione la necessità di dover soddisfare altre emergenze”. Le associazioni intendono rivolgersi anche alla Corte dei Conti per i danni economici scaturiti dalla riorganizzazione.

(Monica De Benedetto)

20.2.2017