Sperone. Scoperta casa di prostituzione: denuncia e foglio di via per una donna di nazionalità cinese.

Casa a luci rosse a Sperone. I Carabinieri della Stazione di Avella hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino due persone. I militari avevano notato un sospetto via vai di uomini soli in quell’abitazione nel centro alle porte del Mandamento baianese, di lì la decisione di porla sotto osservazione. Gli uomini, giunti davanti alla porta di ingresso, anziché bussare, effettuavano una telefonata per segnalare la loro presenza e dopo poco, nell’aprire la porta si intravedeva una prorompente ragazza in vestaglia che furtivamente li faceva entrare in casa. Nello sviluppo delle indagini i militari hanno proceduto all’identificazione di alcuni avventori che avvicinati con discrezione, non hanno potuto che confermare la natura illecita delle prestazioni. Quindi, decisi ad intervenire, i Carabinieri sono entrati con uno stratagemma all’interno dell’abitazione riscontrandovi l’effettiva presenza di una 40enne cinese ma residente a Napoli, che si prostituiva. Suo complice un 55enne napoletano che aveva ceduto l’immobile in sub locazione. Per la donna, oltre alla denuncia, rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Sperone.

(Monica De Benedetto)

31.1.2017