Svolta nelle indagini per l’attentato al negozio per animali di rione Valle ad Avellino. Due giovani di Monteforte Irpino arrestati con l’accusa di danneggiamento aggravato.

Due arresti da parte della Polizia per la bomba carta contro il negozio di animali di Rione Valle ad Avellino. Il movente legato ad una rivalsa di natura lavorativa. Dopo sei mesi la svolta nelle indagini. Gli uomini della squadra Mobile della Questura di Avellino guidati dal Vice questore, Marcello Castello, grazie alle immagini delle telecamere hanno individuato le due persone: si tratta di un 34enne ed un 24enne di Monteforte Irpino accusati di estorsione aggravata, incendio doloso, minacce gravi e violazione della normativa delle armi. Gli attentati e le minacce sono nate nel contesto lavorativo. Uno dei due giovani, infatti, era dipendente del negozio ed in seguito a screzi di natura personale ha interrotto i rapporti lavorativi. Da qui il via alle azioni delittuose, nate prima con l’attentato della bomba carta e poi attraverso Facebook e sms, i due hanno anche avvelenato il cane della donna, proprietaria del negozio.

(Monica De Benedetto)

11.10.2016