Vigili del fuoco di Avellino domani a Montecitorio insieme ai pompieri di tutta Italia per protestare: “Mai più trattati come un corpo di serie B!”.

Non mancheranno i Vigili del Fuoco di Avellino alla manifestazione di protesta di domani a Roma davanti alla Camera dei Deputati insieme a migliaia di pompieri in divisa provenienti da tutta Italia per dire basta ad un trattamento da “corpo di serie B”. “I vigili del fuoco – si legge in una nota a firma di Carmine Marinelli, segretario del Conapo di Avellino – sono sempre in prima linea contro ogni calamità e in difesa della sicurezza dei cittadini. Eppure il trattamento retributivo e pensionistico che ricevono rispetto agli altri corpi di Polizia è ben diverso e chi governa continua a fare orecchie da mercante e non dare mai soluzione a questo problema. Trecento euro al mese in meno rispetto alle già sottopagate forze di polizia e nessun riconoscimento dei servizi operativi ai fini pensionistici è un affronto che i pompieri del Conapo non riescono più a digerire, anche perché dopo le tante lodi pubbliche ricevute, poi per loro i soldi non si trovano mai, finiscono sempre all’ultimo posto dell’agenda politica”. Servitori dello Stato veramente privi di attenzione se si pensa che durante le drammatiche operazioni di soccorso in centro Italia hanno dovuto persino acquistarsi di tasca propria le calzamaglie termiche per difendersi dal gelo e dalla neve in quanto il ministero dell’Interno prevede quel tipo di interventi ma non prevede la fornitura di vestiario adatto.

(Monica De Benedetto)

15.2.2017